Il Museo Dogancay è ospitato in un storico edificio di cinque piani di 150 anni situato nel cuore del vivace quartiere Beyoğlu di Istanbul. Fornisce una panoramica generale di una piccola parte della prolifica opera di Burhan Dogançay, uno dei principali artisti turchi. Questa mini-retrospettiva abbraccia cinque decenni di Dogançay'S evoluzione artistica, a partire dai suoi primi dipinti figurativi fino alle sue opere ispirate ai muri e alle fotografie. Una sala del museo espone il lavoro di suo padreAdil Dogançay.

Dal 2005, la Museo Dogançay, in collaborazione con il Comune della Grande Istanbul e sponsor aziendali, ha organizzato e presentato una scuola elementare con giuria concorso artistico. Ogni anno, una media di Studenti 7,000 di età compresa tra otto e quattordici anni, da 1,500 scuole, presentano le loro candidature per questo evento. I premi per il primo posto includevano un viaggio di quattro giorni a Parigi in 2006 e un viaggio di una settimana a Londra in 2007Museo Dogançay si impegna a portare avanti questo concorso annuale, il cui obiettivo è quello di promuovere educazione attraverso l’arte.

Chi sono Adil e Burhan Dogançay?

Adil Dogançay è nato a Istanbul in 1900. Ufficiale dell'esercito turco, fu anche un noto pittore. Le sue opere sono prevalentemente paesaggi impressionistici e marini e nature morte in olio su tela. Pochi dei suoi dipinti sono datati; la maggior parte di quelli esposti nel museo furono completati nel frattempo 1940 e 1990, l'anno in cui morì. Come topografo nell'esercito, Adil viaggiò ovunque Anatolia, che gli ha dato la possibilità di trascorrere ore immerso nella natura. Ha prodotto la maggior parte dei suoi dipinti all'aperto, definendo la natura la sua "miglior insegnante".

Noto pittore Arif KaptanAdil Dogançay, il padre di Burhan Dogançay ha fornito la prima formazione artistica di Burhan Dogançay. Durante i primi Anni '1950. Dogançay ha trascorso una parte significativa dei suoi anni da studente Parigi studiando arte al Accademia della Grande Chaumiere contemporaneamente persegue gli studi di diritto ed economia presso l'a Università di Parigi. Durante questo periodo continua a dipingere regolarmente e ad esporre le sue opere in diverse mostre collettive, tra cui mostre collettive con il padre presso la Club degli amanti dell'arte di Ankara. Dopo una breve carriera nel servizio diplomatico che lo ha portato a New York City (una destinazione incantevole dopo il tuo viaggio a Istanbul! ) in 1962 Dogançay deciso dentro 1964 di dedicarsi interamente all'arte e di fare di New York la sua dimora permanente. Dall'apertura del suo museo, tuttavia, divide il suo tempo tra New York, Istanbul e il a sud della Turchia dove mantiene anche uno studio a Turgutreis.

Burhan Dogançay è noto principalmente per un insieme di lavori nati dalla sua fascinazione mura urbane. Coprendo un periodo di quasi cinquant'anni, questa preoccupazione è stata ispirata dai suoi viaggi in oltre 100 paesi ed è stato costantemente tradotto in dipinti, grafica, arazzi di Aubusson, sculture e fotografie. Sebbene i muri urbani siano il tema ricorrente, i diversi stili in cui sono rappresentati variano notevolmente. Dogançay ricrea muri in serie diverse, relative a porte, colori, tipi di graffiti o oggetti che incorpora nelle sue opere. Poiché poster e oggetti raccolti dai muri costituiscono l'ingrediente principale del suo lavoro, è logico Dogançayil mezzo preferito è stato prevalentemente 'collage'e in una certa misura'fumante'. Nel 70 secondi e 80 secondi ha guadagnato notorietà con la sua interpretazione dei muri urbani nella sua serie di nastri distintivi, che in contrasto con i suoi lavori su cartelloni pubblicitari collage consistono in strisce di carta pulite e le loro ombre dalla forma calligrafica. Questa serie, nata da maquette tridimensionali, ha poi dato origine a sculture d'ombra in alucobond-alluminio. I suoi lavori di collage e fumage della serie coni formano un altro stile facilmente riconoscibile.

Muri urbani hanno un significato speciale per Dogançay: “Servono come testimonianza del passare del tempo, riflettendo il cambiamento sociale, politico ed economico. Testimoniano anche l'assalto degli elementi e le tracce lasciate dalle persone.” Questo, secondo Dogançay, è ciò che rende i muri urbani monumenti all'esperienza umana e alla sua opera un archivio del nostro tempo

Indirizzo : Balo Sokak n.: 42, Beyoğlu 34335 Istanbul

Ph : 212-244 7770-71